Downloads

In questa pagina è possibile trovare e scaricare gratuitamente tutto il materiale riguardante le iniziative passate e future relative al progetto Coglia.

COGLIA
PROGETTO GENERALE COLLEONESCO

Coglia! è il grido di guerra delle schiere colleonesche durante le battaglie. Questa parola può essere oggi ripresa come nome convenzionale per indicare il macroprogetto e l’insieme dei progetti e delle attività legate alla figura ed all’opera di Bartolomeo Colleoni ed ai suoi discendenti Martinengo Colleoni, oltre che ai luoghi ad essi legati.

L’iniziativa ha valenza locale ed europea, coinvolgendo anche Danimarca, Francia, Croazia, Austria, Polonia e Germania ed è eventualmente estensibile anche alla Grecia ed a Malta.

Cliccando l'immagine sarà possibile scaricare il PDF del progetto.
BARTOLOMEO COLLEONI E LE RELIQUIE
DELLA MADDALENA E DI LAZZARO


Per il 2018 si è pensato di prendere in esame il tema 
di Bartolomeo Colleoni e delle reliquie di Santa Maria Maddalena e di San Lazzaro (unite, pare, a quelle di Marta, Massimino e Celidonio) che furono da lui portate da Senigallia a Romano e Covo, contestualizzandole nel quadro della religiosità e devozione del condottiere.

Cliccando l'immagine sarà possibile scaricare il PDF del progetto.

LA GUERRA DI ROMAGNA
LA BATTAGLIA DELLA RICCARDINA-MOLINELLA
BARTOLOMEO COLLEONI E FEDERICO MONTEFELTRO

Si è pensato di incentrare le iniziative del 2019 sulla guerra di Romagna (1467-1468) e sulla battaglia della Riccardina-Molinella (1467) in quanto ne furono protagonisti Bartolomeo Colleoni (1392/1393?-1475) e Federico da Montefeltro (1422-1482).
Lo scontro della Riccardina-Molinella, finito sostanzialmente con un pareggio, portò però al tramonto di questa iniziativa che si concluse per intervento del papa nel 1468, mantenendo lo status quo.
 
Cliccando l'immagine sarà possibile scaricare il PDF del progetto.

MOSTRA
BARTOLOMEO COLLEONI: IL TESORO PERDUTO

Le relazioni di carattere militare, sociale e politico che Bartolomeo Colleoni ha intercorso con i grandi della storia del suo tempo, ne fanno di questo personaggio bergamasco un uomo pubblico, degno di essere ricordato anche attraverso testimonianze come i documenti. Nascosti, per ovvi motivi di conservazione, nelle pieghe di faldoni e cartelle nelle varie biblioteche e musei, crediamo di fare cosa gradita esporli al grande pubblico.
La mostra, allestita nel bellissimo Castello di Malpaga nel 2016, è stata un valido completamento alla visita dell’antica dimora di corte del grande condottiero.
Cliccando l'immagine sarà possibile scaricare il PDF del progetto.

MOSTRA
GLI STEMMI RITROVATI: SEGNI ARALDICI AL CASTELLO DI MALPAGA

Mostra allestita nelle sale del Castello, con pannelli raffiguranti le immagini degli stemmi ed il loro significato, oltre ad alcuni oggetti preziosi, ritrovati nel Castello: una campana fatta realizzare dal Colleoni (che è risultata essere la più antica in Bergamasca), la croce del castello, un paliotto inciso ed un tavolino intarsiato.
Oggetti di inestimabile valore sui quali si innesta intrigo e mistero.
La campana fu dedicata dal Colleoni alla moglie Tisbe? È vero che la campana risuonava al ritorno del famoso condottiero?
Mistero, storia e un pizzico di fantasia del visitatore vi apriranno le porte alla riscoperta di un periodo storico ormai dimenticato.
 
Cliccando l'immagine sarà possibile scaricare il PDF del progetto.

MOSTRA
GLI STEMMI RITROVATI: SEGNI ARALDICI AL CASTELLO DI CAVERNAGO

Mostra allestita nelle sale del Castello, con pannelli raffiguranti le immagini degli stemmi ed il loro significato, oltre ad alcuni oggetti preziosi, ritrovati nel Castello.
Oggetti di inestimabile valore sui quali si innesta intrigo e mistero.
Mistero, storia e un pizzico di fantasia del visitatore vi apriranno le porte alla riscoperta di un periodo storico ormai dimenticato.
 
Cliccando l'immagine sarà possibile scaricare il PDF del progetto.

Il PROGETTO COGLIA SI PRESENTA

Il progetto COGLIA si presenta alla Cittadinanza. Pannelli esplicativi per indicare cosa è e le finalità del progetto COGLIA.
 
Cliccando l'immagine sarà possibile scaricare il PDF del progetto.
TORNA SU